San Severo

Arciconfraternita del Carmine

Origine del culto carmelitano a Sansevero Nell’antico largo del Mercato, a ridosso delle mura cittadine, sorgeva dal tardo Medioevo la chiesa di santa Croce, detta appunto «al Mercato», sotto la giurisdizione dell’arcipretura di San Severino, prima parrocchia e matrice della città di Sansevero. Il sacro edificio, forse in cattive condizioni e mai ristrutturato, appariva ancora nei primi anni del Seicento molto vetusto, anzi il più vetusto della città, generando così l’opinione che questa chiesa fosse la prima fondata in Sansevero.

Comune: 

Sant'Antonio Abate a San Severo

Ogni anno, il 17 gennaio, si rinnovano i festeggiamenti in onore di Sant’Antonio Abate, venerato presso l’omonima chiesa, che da anni sono segno di tradizione e devozione verso gli animali, ma sanciscono anche l’inizio del carnevale.
La processione del simulacro del Santo si snoda per le vie cittadine, accompagnata dalla banda musicale e dalle Associazioni di volontariato a favore degli animali e culmina con la consueta benedizione degli animali.